Menu

Mobile first, precedenza assoluta ai dispositivi mobili

Su una Audience totale di 30,7 milioni, cioè il 56% della popolazione,  il 46,7% accede ad internet da dispositivi mobili, e solo il 19,4% da dispositivi desktop.

Non si tratta quindi semplicemente di progettare dei siti che siano mobile friendly, ma anche di comprendere come ingaggiare un’audience sempre più connessa da Smartphone, e quindi in mobilità, e sempre meno connessa da PC e Mac, in altre parole significa progettare una customer journey  che parta da un’ottica mobile e non più desktop, assumendo che la maggior parte dei visitatori al nostro sito arriverà tramite uno smartphone.

Questo si traduce, nella pratica, in una serie di accorgimenti che riguardano fondamentalmente tre ambiti complementari:

  • Il  design, inteso anche come usabilità del sito in tutti i suoi aspetti e come velocità di caricamento delle pagine;
  • I  contenuti, che devono essere pensati per essere fruiti da dispositivi mobili;
  • I  funnel di conversione, che devono essere ideati come percorsi ottimizzati per chi compie le azioni in mobilità e quindi con modalità diverse da quelle “classiche”.

Un altro aspetto fondamentale è la  velocità di caricamento delle pagine, che deve essere il più veloce possibile, secondo alcune ricerche, infatti, ogni secondo di caricamento ci costa il 7% di conversioni in meno.